domenica 29 settembre 2013

Recensione: "Eona"

"So che l'amore ha a che fare con il potere, anche.
Chi da', chi riceve. 
Chi ha intenzione di rischiare di mostrare il suo vero io."




Titolo originale: Eona (o "The Necklace of the Gods")
Autrice: Alison Goodman
Serie: Eona, vol. 2
Disponibile: in inglese!
Trama:
"Eon si è rivelato come Eona, la prima Dragoneye donna in centinaia di anni.
Insieme ai compagni ribelli Ryko e Lady Dila, è in fuga dall'armata del Sommo Lord Sethon. I rinnegati sono alla ricerca del Libro Nero, rubato da Dillon, l'apprendista stordito dalle droghe; ma devono anche trovare Kygo, il giovane Imperatore della Perla, che ha bisogno del potere di Eona e del Libro Nero se vuole sperare di recuperare il trono da Sethon, autoproclamatosi imperatore. 
Attraverso tutto questo, Eona deve venire a patti con la sua nuova identità di Dragoneye e con il suo potere - e imparare a sopportare l'angoscia del dieci draghi i cui Dragoneye sono stati assassinati.
Mentre focalizzano il loro potere attraverso di lei, Eona diventa infatti un pericoloso condotto per i loro piani..."
Ambientazione:
la storia prende vita nel contesto di un sontuoso e variopinto scenario che richiama, in parte, le culture orientali, la cinese e la giapponese in modo particolare. Sullo sfondo di una tensione civile ormai irrimediabilmente deflagrata in aperto conflitto, la terra ha preso a manifestare in maniera sempre più violenta il proprio dolore per la perdita di ben dieci Dragoneye, i prescelti dei draghi, gli unici in grado di placare le forze della natura grazie al loro rapporto simbiotico con il proprio guardiano dei cieli. Una serie di terribili calamità imperversa nel Regno spargendo ovunque caos e devastazione, come sale sulla velenosa ferita aperta dalla guerra in corso. Nel mentre, l'antico e malvagio potere del Libro Nero continua a guadagnare forza e influenza; ora che l'equilibrio è stato infranto, soltanto due Dragoneye sono ancora in piedi... e nessuno di loro sembra minimamente preparato a quel che sta per accadere.
Personaggi principali:
- Eona: la prima Dragoneye donna da oltre cinquecento anni a questa parte, legata in maniera simbiotica ad una dragonessa che condivide il suo stesso nome, nonché il suo smisurato potere. Eona, che nel corso del precedente volume delle serie era stata costretta a indossare abiti maschili per nascondere la sua vera identità - la legge del Regno prevede infatti l'immediata esecuzione per una donna che osi entrare in comunione con i draghi, dal momento che da cinque secoli a questa parte il rango di Dragoneye è stato concesso solo agli uomini - è chiamata in questo secondo capitolo delle sue avventure ad esplorare le vastità delle sue risorse, magiche e non, e a confrontarsi con le lunghe ombre proiettate sul suo cuore dal potere rovente e sempre più totalizzante che ormai le incendia le vene...
- Kygo: principe ereditario del Regno, spodestato dall'usurpatore Sethon e costretto a porsi alla testa di una Resistenza armata per cercare di recuperare il trono. Caparbio, fiero e determinato, il figlio del defunto imperatore è molto attratto da Eona, sebbene nello stesso tempo non riesca a fidarsi di lei come vorrebbe...
- Lord Ido: potente Dragoneye, legato simbioticamente al Rat Dragon, che ha già tradito il Regno più di una volta, oltre a essersi reso responsabile del massacro dei suoi fratelli Dragoneye. Ombroso e passionale, risoluto e seducente, Ido ama e serve il potere sopra ogni cosa; ma, a quanto pare, anche la nostra Eona è riuscita a fare breccia nel suo cuore...
- Lady Dela: ex-cortigiana imperiale, Contraire (vale a dire, una donna nel corpo di un uomo) proveniente dalle regioni orientali. Raffinata e colta, abile combattente ed energica sostenitrice del principe, è molto protettiva nei confronti di Eona e ama profondamente il burbero Ryko, la sua guardia del corpo personale...
- Ryko: scontroso e orgoglioso eunuco delle Isole, un guerriero formidabile che ha scelto di porre sempre l'onore e il dovere sopra ogni cosa. Ostinato al limite dell'ottusità XD, reprime il suo amore per Dila in nome della propria assoluta consacrazione al servizio dell'Impero, e intrattiene con Eona un controverso rapporto di amicizia/diffidenza innescato dalle bugie che nel corso del precedente libro la Dragoneye è stata costretta a propinargli...
- Dillon: apprendista Dragoneye, un pauroso e fragile ragazzino la cui mente è stata corrotta dal potere oscuro racchiuso nel Libro Nero. Reso folle dall'antica magia e assetato di vendetta nei confronti del suo maestro, Lord Ido, Dillon si aggira come un derelitto, con un unico proposito fisso nella mente: conservare il suo potere e renderlo sempre più fosco e invincibile...
- Vida: giovane combattente della Resistenza, figlia del gran Generale Tozay, che ha messo la sua spada al servizio di Kygo. Avvenente e orgogliosa, ha subito più di una grave perdita a causa del potere senza freni di Eona, ma riesce nel tempo a superare il rancore e a trasformarsi in una buona amica e preziosa confidente per l'inesperta Dragoneye...
- Sethon: fratellastro del defunto imperatore, usurpatore del trono di Kygo e sadico carceriere. Lascivo e violento, non ha a cuore altro che la propria personale ambizione e si spingerebbe oltre ogni limite pur di assicurarsi la Perla Imperiale, il segno tangibile del diritto a regnare...
Le mie opinioni:
Mentre leggevo "Eona", secondo e ultimo atto dell'omonima serie fantasy per giovani lettori firmata dall'australiana  Alison Goodman, non ho potuto fare a meno di rievocare un verso di una vecchia canzone che recitava: It's all about the power, 'bout taking control, breaking the will, and raping the soul..." (e adesso vediamo chi riconosce a quale canzone appartiene il testo, hi hi hi! :P)
Perché, in fondo, il tema del libro è proprio questo, tutto incentrato com'è sulle possibili risposte da offrire a un semplice quesito: cosa saresti disposto a fare pur di non sentirti più inerme e insignificante, e fino a che punto ti spingeresti per assicurarti che nessuno, in tutto l'universo, sia più in grado di dirti cosa fare e come vivere la tua vita?
La giovane Eona sa cosa significa sentirsi impotenti. Fin da quando sua madre, anni prima, si liberò di lei cedendola a una sorta di mercante di schiavi, la ragazza non è più stata nelle condizioni di prendere una sola decisione riguardo al suo destino.
Persino l'idea di camuffarsi da ragazzo e farsi passare per Lord Eon (per saperne di più, cliccate pure QUI), è stata il frutto di una scelta e di un'ossessiva ambizione inseguita dal suo defunto maestro della Tigre, non sua.
Da quando la dragonessa dello Specchio le ha concesso il suo immenso potere, invece, ogni cosa pare cambiata intorno ad Eona, e di sicuro la gente ha cominciato a vederla in modo diverso, elargendole tutti i tributi dovuti al suo nuovo rango... ma di certo nessun adulto o amico consapevole è mai stato lì per spiegarle che il potere alla lunga crea delle impercettibili crepe, piccoli squarci insidiosi nei fianchi persino dell'armatura del più rigido autocontrollo, in grado di trasformare le persone non solo in termini di abilità e posizione sociale, ma anche e forse soprattutto nell'anima.. e che a volte, persino, il potere corrompe e corrode, fino a scarnificare e polverizzare ogni cosa (anche letteralmente, nel suo caso! XD)
"Eona" è un libro fantasy straordinario e indimenticabile che parla di draghi e di magia, di amore e amicizia, di crescita e auto-consapevolezza, di dolore e sacrificio, di speranza e di perdita, sullo sfondo di un'ambientazione esotica e suggestiva che ha catturato la mia immaginazione in maniera potente e totalizzante; per la prima volta dopo tanto, tantissimo tempo, mi sono ritrovata persa e beatamente smarrita fra le pagine di uno young adult profondo e maturo, ricco di emozioni e di avventura, ma anche di spessore, colore, vita, profondità.
E "profondo" è proprio l'aggettivo che userei per meglio descrivere i personaggi e la storia creati dalla penna di Alison Goodman, un'autrice che certamente continuerò a seguire negli anni a seguire, senza perdermi più nemmeno uno dei romanzi che deciderà di scrivere!
Nel corso delle scorse notti, pensate, avrò sognato almeno due o tre volte di trovarmi lì, al centro di quella piana avvolta dalle nuvole e circondata dai maestosi dodici draghi, a combattere al fianco di Eona e Kygo, per il bene della terra e dei loro spiriti..
Il Bene e il Male schierati l'uno di fianco all'altro, in una sorta di balletto che li porta a volte a scontrarsi apertamente, ma più spesso a incrociare le lame per poi disimpegnarle, in una sorta di dolente e consapevole fusione all'interno dell'incessante ciclo della vita e della morte.
E, in questo flusso inarrestabile e misterioso di lotte e di baci, di portenti e calamità, di fedeltà e tradimenti, il più leale e ben intenzionato degli amici può trasformarsi in ogni momento in spietato carceriere, il proprio amato in implacabile avversario, così come il più improbabile dei nemici farsi il più prezioso degli allenati; la linea non è mai stata così sottile, e i numerosi personaggi del romanzo saranno chiamati ad attraversarla più di una volta, nessuno escluso.
Credetemi, non c'è un solo ingrediente importante che manchi in questo romanzo; intrighi e misteri, combattimenti all'arma bianca e duelli magici, palpitazioni d'amore e struggenti rivelazioni, azione adrenalinica e introspezione psicologica, il tutto tenuto insieme dalla voce narrante di un'eroina profondamente umana e terribilmente credibile.
Ho amato Eona e Kygo (in cui mi sono persino rivista un po', sotto certi aspetti...), Dila e Ryko (che pure avrei preso a sberle in ben più di un'occasione! XD), e c'è stato un momento in cui persino Ido ha riscosso in pieno le mie simpatie, spingendomi a tifare per lui e a esitare insieme ad Eona, catturata dal suo magnetico carisma e caduta in seria tentazione.
Sopra ogni cosa, però, ho amato l'ambientazione, sontuosa e affascinante come non mai, e i draghi *___*, quelle magnifiche, sagge, regali creature a cui nessun uomo e nessuna donna potrebbe mai sognarsi di negare il proprio cuore... probabilmente perché rappresentano la parte migliore di noi, quella nobiltà, quella purezza di spirito e di intenti che a volte, raramente, riusciamo a raggiungere durante la veglia, e che più spesso incendia i nostri cuori durante i sogni più intensi e dolci! :)

Giudizio personale: 9.4/10


“"The She of the dragon will return and ascend
When the cycle of twelve draws to an end.
The She of the Dragoneye will restore and defend
When the Darkforce is mastered with Hua of All Men.”

“ Make it right.” 
(Kinra)


:)

9 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sorry per il commento cancellato: avevo copiato e incollato il testo sbagliato ;)

      aspettavo qst recensione

      ma come è il linguaggio? è semplice è impegnativo da seguire?

      io non è che non so l'inglese, ma sono pigrona e preferisco avere la pappa pronta (peggio x me XD)

      Elimina
    2. Ahaha tranquilla, AppyLe, ti capisco perfettamente!! ;D
      Dunque, dunque, vediamo... in realtà sia "Eon", il primo volume, che "Eona", secondo me sono piuttosto semplici da seguire; diciamo che su una scala da uno a dieci, gli attribuirei forse un livello cinque di difficoltà, ecco! :) Forse il maggior ostacolo è dato da una serie di vocaboli (una ventina al massimo, comunque, non di più) che si rifanno all'ambientazione particolare e che quindi difficilmente una persona potrebbe conoscere a priori; a parte quelli, però, ce la si fa più che tranquillamente, parola d'onore! ;D

      Elimina
  2. Uff, perchè in questo periodo tutti i libri che mi ispirano sono in inglese? :(
    Volendo lo capirei pure, ma dopo 8/9 ore di lavoro non ce la faccio a mettermi a leggere in un'altra lingua, ho il cervello in pappa >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, non hai tutti i torti, ti capisco, Aenor!! :( Continuo a sperare che un giorno o l'altro questi due romanzi straordinari possano arrivare in traduzione anche da noi: penso che il pubblico italiano ne sarebbe conquistato, in larga misura... Teniamo incrociate le dita!!! ^^

      Elimina
  3. Che bel libro *__*
    In italia sarà mai pubblicato?? lo spero vivamente ho una voglia matta di leggerlo! è cosi intrigante!!
    Dovrò farmi una wish list delle letture in inglese!! anche se io non leggo in lingua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo davvero di sì: secondo me (e tantissimi altri lettori, chiaramente) è un libro straordinariamente bello *___*, e meriterebbe senz'altro una traduzione... Io lo dico sempre, che i più fortunati sono i tedeschi XD: da loro arriva in traduzione praticamente di tutto, davvero... Uh, sì sì, quella della wish-list dei libri in lingua originale secondo me è un'ottima idea anche se per ora non leggi ancora in inglese: mai dire mai... pensa che una volta io rabbrividivo alla sola idea di provarci XD, e invece...!! ;D

      Elimina
  4. Devo leggere assolutamente il primo! :D
    Mi attira tantissimo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo, il primo libro è molto bello... e il secondo stupendo, ancora di più!! *__*

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...