mercoledì 11 gennaio 2017

5 libri fantasy da leggere (in inglese) a Gennaio 2017

Se leggere in inglese ormai è diventata una vostra consolidata abitudine - come nel mio caso - credo che potreste trovare interessanti questi cinque libri fantasy in uscita a gennaio.

Nel mio piccolo, ho provveduto a inserirli immediatamente in wish-list, nella speranza di riuscire a leggerne in tempi brevi il più possibile.
Tengo a precisare il fatto che ho deliberatamente tenuto fuori dall'elenco dei “bellissimi del primo mese dell'anno” il promettente The Bear and The Nightningale, ma solo perché ho intenzione di iniziarlo non appena avrò terminato The Invasion of The Tearling.

Fatemi sapere cosa pensate di queste nuove uscite libresche, se le prenderete in considerazione, e... anche se conoscete qualche altro bel libro fantasy in arrivo a gennaio da aggiungere alla nostra piccola lista, naturalmente! ;D


The Dead Seekers
di Barb e J.C. Hendee
 
The Dead Seekers - cover - book - Barb e J.C. Hendee

In questo primo capitolo della nuova saga fantasy firmata Barb e J. C. Hendee, due giovani avventurosi decidono di unire le forze per intraprendere un viaggio irto di pericoli. Tris ha un dono speciale : è in grado di donare la pace agli spiriti inquieti che camminano sulla terra. Mari, invece, cerca vendetta per la sua famiglia, falciata via davanti ai suoi occhi da un misterioso assassino che si fa chiamare “L'Uomo dei Morti”. Ma distinguere la preda dal cacciatore potrebbe rivelarsi più difficile del previsto...
 
 

Crossroads of Canopy
di Thoraiya Dyer
 
Crossroads of Canopy - book - cover - Thoraiya Dyer - 2017

Il fantasy epico di Thoraiya Dyer in uscita a gennaio mi ha colpito soprattutto in virtù dei numerosi punti in comune che sembra condividere con la straordinaria saga I Centomila Regni di N. K. Jemisin. La trama del libro accenna all’esistenza di 13 regni fantastici e opulenti, nonché di 13 divinità (sia maschili che femminili) che coltivano la stravagante abitudine di reincarnarsi all'interno di svariati corpi umani. La ricchezza di questi regni si basa essenzialmente sul lavoro degli schiavi e sullo sfruttamento di terre oscure e mai baciate dal sole, in costante fermento e già pronte a ribellarsi.  La protagonista del romanzo è Unar, una giovane donna determinata a fuggire per evitare il cupo destino di divenire a sua volta una schiava. Il suo sogno? Diventare la guardia del corpo personale di Audblayin, munifica dea della fertilità e dell’abbondanza...
 
 

Dusk or dark or Dawn or Day
di Seanan McGuire
 
Dusk or Dark or Dawn or Day - Seanan McGuire - book - 2017
 
Se c’è un’autrice di cui mi riprometto di leggere assolutamente qualcosa, prima che il 2017 si avvii al termine, si tratta proprio di Seanan McGuire! In questo nuovo romanzo breve, troviamo la protagonista Jenna alle prese con una situazione molto, molto delicata: di fatto, la ragazza è… morta. Stecchita, defunta e sepolta, con un anticipo troppo smisurato rispetto a quello che, secondo il cosmo, avrebbe dovuto corrispondere al momento designato per la sua dipartita. Le verrà quindi concesso un tempo “bonus” supplementare da trascorrere in mezzo ai viventi… Dovrà guadagnarselo, però, prestando servizio attivo presso un’eccentrica hot-line riservata alla prevenzione di potenziali casi di suicidio…
 
 

The Last Sacrifice
di James A. Moore
 
The Last Sacrifice - book - cover - 2017 - James A Moore
 
Dall’inizio del tempo, i Grakhul - servi immortali degli dei – hanno compiuto sacrifici umani per conservare l’equilibrio cosmico e assicurarsi il favore delle loro divinità crudeli. Tutto procede nel più regolare e prevedibile dei modi… almeno fino a quando la famiglia del guerriero Brogan McTyre viene scelta come parte integrante del prossimo sacrificio.  Perché una cosa è certa: Brogan non teme certo di sfidare le autorità, per sacre o terrene che siano. Pur di salvare i suoi cari, l’implacabile guerriero non guarderà più in faccia a nessuno…
 

Caraval
di Stephanie Garber
 
Caraval - book - cover - Stephanie Garber

Scarlet non ha mai lasciato la minuscola isola in cui vive con la sorella Tella, e con il loro potente e spietatissimo padre. Perciò, non appena scopre che il genitore ha organizzato per lei un matrimonio di convenienza, la giovane decide di prendere la sorella e portarla con sé ad assistere il più formidabile degli spettacoli: Caraval, un magico show annuale durante il quale, a quanto pare, il pubblico può sentirsi libero di interagire e prendere parte agli eventi narrati. Una volta giunti a destinazione, però, Tella viene rapita da Legend, l’enigmatico master di Caraval. Scarlet scopre presto che l’intero show, quest’anno, è stato organizzato intorno alla figura di sua sorella; la linea di confine fra realtà e finzione potrebbe, a questo punto, rivelarsi molto più labile ed effimera di quello che sembra…


domenica 8 gennaio 2017

Mini-recensioni: The Witch, Miss Peregrine: La Casa per Ragazzi Speciali, Il Drago Invisibile, AHS: Roanoke…

Buona domenica, amici! ^____^
 
Riprendiamo, dopo tanto, a parlare anche di film e serie televisive, qui sul Laumes’ Journey!
Non credo di riuscire ad aggiornavi come si deve su tutti i titoli che sono riuscita a recuperare nel corso di questi ultimi due mesi di latitanza, ma farò del mio meglio per riepilogare e riuscire a (s-)consigliarvi almeno qualcosina! ;D

The Witch
 
The Witch - film horror - poster

Il sottotitolo di questo carismatico e atipico film horror diretto dal regista Robert Eggers è “A New-England Folktale”.
Una descrizione quanto mai appropriata per questa tetra e morbosa “favola nera” ambientata ai tempi della caccia alle streghe, fra gli inquietanti e pericolosi boschi dell’entroterra americano.
Una famiglia di coloni inglesi si trasferisce nel Nuovo Mondo e va incontro a una brutale e stupefacente persecuzione da parte delle forze oscure. Ma i mostri che vivono là fuori sembrano andare abbastanza d’accordo con quelli che hanno preso fissa dimora dentro di loro…
Un film molto, molto particolare, questo The Witch. Un’interessante combinazione fra un dramma famigliare, intenso e ben sviluppato, e un classico thriller psicologico in stile Rosemarys’ Baby. Non mira tanto a strappare brividi e sussulti, secondo me, quanto a raggelare nel profondo. Ciò che è certo è che si rivela in grado di instillare un profondo e disturbante senso d’angoscia…

Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa

Giudizio personale: 8.0/10
 
 

Miss Peregrine – La Casa dei Ragazzi Speciali
 
Miss Peregrine - La casa per ragazzi speciali - film - poster - Tim Burton
 
Tim Burton torna dietro la macchina da presa per adattare il popolare romanzo di Ramson Riggs, edito in Italia dalla Rizzoli.
Da quel che mi è stato dato di capire, le differenze con il libro abbondando e il film assomiglia più che altro a una fantasiosa e autoconclusiva rivisitazione della storia originale…
Personalmente, non posso dire che il film mi sia dispiaciuto: l’ho trovato accattivante (perlomeno da un punto di vista meramente estetico…) e divertente al punto giusto. Mi è sembrato, tuttavia, di rilevare una stupefacente pochezza di contenuti.
Peraltro il film assomiglia a una pazzesca “harrypotterata”, secondo me; con l’affascinante e talentuosa Eva Green nel ruolo che fu di Silente, e il giovane attore Asa Butterfield in quelli dell’allampanato e un po’ sfigatello eroe predestinato di turno…

Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!

Giudizio personale: 6.5/10
 
 

Il Drago Invisibile
 
Il Drago Invisibile - Film fantasy 2016 - poster

La dimostrazione lampante del fatto che anche la Disney, a volte, può fare cilecca. E che l’agente di Bryce Dallas Howard farebbe meglio a darsi una svegliata…
Onestamente, non vedevo un film per bambini così noioso, banale e scontato dal 1995 o giù di lì. E dire che non nutrivo aspettative particolarmente elevate…
Immagino di essere semplicemente diventata troppo vecchia, sfatta e cinica, per riuscire a trovare piacevoli storie melense, riciclate e sdolcinate come questa. Che volete farci? Ho superato gli otto anni da un pezzo…

Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa

PS: se volete gustarvi un remake disneyano degno di questo nome, il mio consiglio è di dare un’occhiata allo straordinario Il Libro della Giungla, il bellissimo film in live action diretto da Jon Favreau!

Giudizio personale: 3.5/10
 


American Horror Story: Roanoke
 
American Horror Story Roanoke - Stagione 6 - poster

Ryan Murphy colpisce ancora, e lo fa, come sempre, nel modo più caotico, confusionario e delirante possibile!
In realtà, devo ammettere di aver trovato i primi sei episodi di questa sesta stagione abbastanza divertenti. Le atmosfere morbose, trash e pseudo-sataniche del falso documentario My Roanoke Nightmare risultano estremamente coinvolgenti, e per di più ho amato diversi personaggi apparsi nell’arco di queste puntate iniziali: l’eccentrico ricercatore Elias Cunningham (Denis O'Hare), la terrificante Macellaia (interpretata da una Kathy Bates a dir poco terrificante…), la mostruosa regina dei cannibali Mamma Polk (Frances Conroy), le sorelle infermiere svitate e, soprattutto, l’assurdo “veggente in miniatura” Ashley Gilbert (Leslie Jordan)…
Peccato che, allo scoccare del settimo episodio, una svolta narrativa imprevista sia saltata fuori a scompigliare le carte…

Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!

Giudizio personale: 5.0/10 
 
 
Altri film/serie tv/anime recensiti:
 
Rogue One
 
Rogue One A Star Wars Story - poster

Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!
 
Other People
 
Other People - film - 2016 - poster

Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!
 
Coin Heist
 
Coin Heist - film - Netflix - poster

Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!

Brave Witches



Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!

Himouto Umaru-chan



Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!

Magical Girl Raising Project
 


Se volete saperne di più, cliccate QUI per leggere la recensione completa!

 

  E voi, amici?

Avete visto qualcosa di bello e/o interessante, ultimamente? :)




venerdì 6 gennaio 2017

Il 3° libro della serie "L'Accademia del Bene e del Male" arriva in Italia il 17 gennaio…

Il nuovo anno ci porta in dono l’ultimo, atteso capitolo della prima trilogia di Soman Chainani: a partire dal 17 gennaio, sarà infatti disponibile anche in Italia il romanzo fantasy per ragazzi “L’Accademia del Bene e del Male – L’Ultimo Lieto Fine”!
 Pubblica e traduce, al solito, la casa editrice Mondadori

 
L'Accademia del Bene e del Male - L'Ultimo Lieto Fine - Soman Chainani - libro 3
 
“Agatha passava per odiosa e prepotente, ma si è scoperta buona e gentile. Sophie era considerata la persona più dolce del mondo, ma nascondeva un animo egoista e altezzoso. Sono sempre state unite, ma l'amicizia di una vita si è sciolta come neve al sole.
Tedros era un perfetto principe delle favole, ma nella vita di tutti i giorni si rivela capriccioso, pretenzioso e viziato. Il Gran Maestro era vecchio e potente, e all'improvviso si è trasformato in un sedicenne pallido, affascinante, impulsivo.
Sarebbe bello che ciascuno di loro potesse vivere fino in fondo la propria storia, come in ogni fiaba che si rispetti. Ma nulla è come sembra, nulla va come ci si aspetta…
Solo una cosa accomuna tutto e tutti: la disperata ricerca del Lieto Fine. L'ultimo Lieto Fine.”
 
 

E’ confortante sapere che una data ufficiale per l’uscita del 3° libro è stata finalmente annunciata, non è vero?
Soprattutto considerando il modo burrascoso e “traumatico” con cui si era concluso il 2° volume…
Se avete letto “Un mondo senza eroi”, infatti, sapete bene quanto me che le cose, presso l’Accademia del Bene e del Male, ultimamente si erano fatte un po’, ehm… complicate, a voler usare un eufemismo!

A quanto pare, potremo scoprire presto come andranno a finire le intricate storie di Agata, Tedros e Sophie
O forse… no?
Sapevate che Soman Chainani ha già annunciato, attraverso un simpatico video, l’uscita imminente (almeno in patria) di un 4° volume dedicato al fiabesco mondo dell’Accademia del Bene e del Male?
Il primo arco narrativo si chiuderà, infatti, con l’arrivo de “L’ultimo lieto fine”; ma il prossimo atto della serie è già in cantiere: si chiamerà “Quests For Glory”, e debutterà in una non meglio specificata data dell’anno prossimo.

Aspettando l’avvento del film ispirato al 1° volume (che, se tutto andrà bene, verrà realizzato dagli Universal Studio, in collaborazione con i produttori di Alice in Wonderland e Biancaneve e il Cacciatore), gustiamoci quindi insieme l’incantevole book trailer de “L’Ultimo Lieto Fine”! ^_____^




mercoledì 4 gennaio 2017

“WWW... Wednesday” (#12)

Buon pomeriggio, amici! ^___^

Quest’oggi ci attende un nuovo appuntamento con la deliziosa rubrica “WWW... Wednesday” (ideata dal blog "Should be Reading").
Una buona occasione per fare il punto delle letture in corso e confrontarci a proposito del nostro argomento preferito: libri, libri, e ancora… libri, naturalmente! XD

Se volete provare a rispondere anche voi alle tre fatidiche domande, oppure lasciarmi il link che riporta al vostro responso, sapete cosa fare: aspetterò con gioia i vostri commenti! ;D


What are you corrently reading?
(Che cosa stai leggendo al momento?)
 
Fahrenheit 451 - copertina - libro - Ray Bradbury
La Meccanica del Cuore - copertina - Mathias Malzieu - libro
 
Fahrenheit 451 di Ray Bradbury: dovete sapere che, nel mio paese, due ragazze molto gentili e intraprendenti hanno deciso di fondare un vero e proprio Club del Libro! Vale a dire un “circolo” per appassionati della lettura (o nuovi adepti sufficientemente interessati all’argomento da voler fare un tentativo…) intenzionati a scegliere, ogni mese, un romanzo da leggere e poi commentare insieme, durante l’incontro mensile di fine “tornata”. Questo mese abbiamo scelto di buttarci su quella che è forse l’opera più famosa e “importante” scritta da prolifico autore di fantascienza Ray Bradbury… una felice decisione, per quanto mi riguarda, dal momento che Fahrenheit mi sta prendendo tantissimo! *___* E meno male, aggiungerei…  sono stata proprio io a proporre il titolo! XD

La Meccanica del Cuore di Mathias Malzieu: se tutto va bene, entro la fine del 2017 potrei pure riuscire a finirlo! XD No, seriamente: mi sto costringendo a mandarlo giù per pura forza d’inerzia, ma la verità è che trovo il libro e i suoi personaggi di un antipatia spaventosa! Mi è cascato in odio nel giro di venti pagine; altro che Tim Burton… non mi risulta che il regista di “Big Fish” abbia mai girato film incentrati sulle lascive avventure di un quattordicenne allupato a spasso per le strade d’Andalusia! XD
 

What did you recently finish reading?
(Qual è stata l'ultima lettura hai terminato?)
 
Temeraire - Naomi Novik - cover - fantasy

Questa la sapete già: il tenerissimo e avventuroso Temeraire: Il Drago di Sua Maestà di Naomi Novik!


What do you think you'll read next?
(Cosa pensi che leggerai in seguito?)
 
The Invasion of the Tearling - copertina - libro - Erika Johansen
The Bear and the Nightingale - cover - book - Katherine Arden

The Invasion of the Tearling ” di Erika Johansen e “The Bear and the Nightingale” di Katherine Arden.
Ho adorato “The Queen of the Tearling” (praticamente contro ogni aspettativa…) e perciò sospetto che sia finalmente arrivato il momento di buttarmi sul sequel.
Per quanto riguarda il libro della Arden, invece, si tratta di un fantasy infarcito di elementi fiabeschi e/o ispirati al pittoresco mondo del folclore russo. Il romanzo dovrebbe debuttare a metà gennaio, se non ricordo male, ma in rete hanno già cominciato a fioccare le prime recensioni positive… 
E poi, il libro è stato caldamente consigliato da Naomi Novik, vale a dire una delle autrici che attualmente stimo e apprezzo di più al mondo! *____*
 

E voi, amici?
Quali sono le vostre risposte? :)
 


lunedì 2 gennaio 2017

Temeraire – Il Drago di Sua Maestà, di Naomi Novik (recensione)

Il romanzo fantasy Temeraire – Il Drago di Sua Maestà (Temeraire: His Majesty’s Dragon) è stato pubblicato in Italia dalla Fanucci.

Dal momento che inaugura una serie piuttosto lunga – nove volumi in totale – di cui la suddetta casa editrice non ha la minima intenzione di portare a compimento la traduzione, ho deciso di leggere il libro direttamente in inglese. La mia recensione quindi farà riferimento all’edizione originale dell’opera, e NON alla sua versione italiana.

L’autrice, Naomi Novik, si è imposta alla mia attenzione grazie al suo libro più recente, lo straordinario e incantevole Uprooted.
Temeraire ha rappresentato per me un’ulteriore conferma del suo impressionante talento; se volete conoscere i dettagli, continuate pure a leggere dopo il salto!

 
Temeraire - Naomi Novik - cover - fantasy


Contro Napoleone: anche i draghi scendono in campo
 
Siamo abituati ad associare le parole “fantasy” e “Medioevo” in maniera quasi meccanica, ma la verità è che non esiste alcuna correlazione specifica fra i due concetti.
La Novik, saggiamente, ha deciso di ignorare questi preconcetti e ambientare il suo Temeraire – Il Drago di Sua Maestà in un’epoca che non ha nulla a che vedere con l’età oscura e con i suoi “abusati” ideali cavallereschi in declino.
Il protagonista del libro si chiama Laurence, ed è uno stimato capitano della Marina britannica.
E’ l’alba del diciannovesimo secolo, e nel cuore d’Europa infuriano ancora le guerre napoleoniche. Per i Paesi intenzionati a opporsi alle mire espansioniste del Bonaparte, la situazione si fa sempre più disperata. L’ambizioso generale francese, infatti, sembra ormai pronto a conquistare il mondo intero. Solo l’Inghilterra riesce a reggere l’impatto delle truppe nemiche, più che altro in virtù della posizione geografica privilegiata e della flotta guidata dal temerario ammiraglio Nelson.
Ma Napoleone ha un asso nella manica, e Laurence sa che, da un momento all’altro, le sorti della guerra potrebbero finire per ribaltarsi drammaticamente a loro sfavore: perché la Francia può vantare il serraglio di draghi da combattimento più vasto e letale d’Europa, e questo semplice fatto, alla resa dei conti, potrebbe bastare a fare tutta la differenza del mondo.
Anche l’Inghilterra, come tutte le nazioni del mondo, alleva i suoi draghi e li introduce all’arte della guerra. Ma gli esemplari britannici, peraltro meno numerosi, appartengono per lo più a razze considerate di tipo “comune”, vale a dire bestie meno dotate, forti, veloci o portate per la battaglia.
Un bel giorno, però, Laurence parte all’arrembaggio di una fregata francese e trova, nascosto con cura all’interno della stiva, un uovo di drago dai connotati molto particolari…
La scoperta segnerà l’inizio di un’avventura straordinaria, e di un’amicizia profonda e indissolubile che arriverà a cambiare le sorti del Regno intero…

Un Drago e il suo Capitano
 
L’ambientazione di Temeraire è riuscita, ancora una volta, a confermare ai miei occhi l’estrema abilità della Novik.
C’è qualcosa di particolare nel suo stile: una qualità speciale che le permette di creare scenari al tempo stesso pittoreschi e credibili, “realistici”.
La trama è molto densa, anche se si concentra, in questo volume, soprattutto sulla fase di addestramento e maturazione psicologica di Temeraire, il Drago Cinese protagonista del romanzo.
Si tratta essenzialmente di un romanzo fantasy per lettori adulti, ma non credo proprio che un adolescente rischierebbe di annoiarsi in compagnia dei personaggi creati dalla Novik… a patto, naturalmente, di non lasciarsi impressionare dalle frequenti cronache di guerra, o dai dettagliati e spettacolari resoconti di spericolate schermaglie fra i cieli.
La Novik, dal canto suo, ha un senso del ritmo estremamente spiccato, e un’immaginazione vivace che l’aiuta a escogitare soluzioni narrative sempre più accattivanti e spettacolari.
Da un punto di vista prettamente tematico, il romanzo tende a dimostrarsi altrettanto efficace. L’amicizia fra Laurence e Temeraire scalda il cuore, e rappresenta il fulcro emotivo stesso del libro. Se avete amato il film d’animazione Dragoner Trainer, sono convinta che Il Drago di Sua Maestà riuscirà a conquistarvi completamente.
Potrei citare altri personaggi che mi sono piaciuti, e a cui indubbiamente verrà concesso più spazio nei prossimi volumi della saga (Harcourt, Berkley, Emily…), ma sospetto che i miei preferiti resteranno sempre i draghi!
Il terzetto composto da Lily, Maximus e Temeraire, in particolare, è a dir poco brillante, e non vedo l’ora di scoprire in che modo evolveranno, con lo scorrere del tempo, le implicazioni del “patto” stretto in segreto dalle tre creature in difesa dei loro “cavalieri”.

Temeraire: il progetto di Peter Jackson
 
Peter Jackson, regista della trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, ha opzionato i diritti per un potenziale adattamento cinematografico della serie dedicata a Temeraire già nel corso del 2009.
E’ passata diversa acqua sotto i ponti da allora, questo è vero, ma Jackson non ha mai annunciato ufficialmente di voler rinunciare al progetto. Anzi…
Il regista ha sempre dichiarato di amare intensamente i romanzi della Novik, dal momento che rappresentano una perfetta commistione dei suoi generi preferiti: il fantasy, e il romanzo storico.
Secondo lui, avere la possibilità di assistere sul grande schermo a una battaglia napoleonica corredata da uno spettacolare squadrone di draghi all’assalto, potrebbe rappresentare una delle esperienze cinematografiche più impressionanti e magiche di tutti i tempi!
Io, avendo letto il romanzo, non posso che dare la mia benedizione…



I libri della serie Temeraire:





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...