lunedì 3 febbraio 2014

Retelling #29: "Mistress of the Wind"

Buon lunedì, ragazzi! ^^

Purtroppo, durante il fine-settimana il tempo è stato veramente tiranno ç___ç, quindi siamo stati costretti a saltare il nostro solito appuntamento domenicale con il mondo delle fiabe e dei "retelling & affini" :P...
Poco male, però, dal momento che possiamo recuperare oggi, se vi va, dando un'occhiatina alla sinossi e alla copertina di "Mistress of the Wind", romanzo fantasy (per il momento ancora inedito in Italia) dell'autrice inglese Michelle Diener! :D




"Bjorn ha bisogno di trovare una donna molto speciale...
Il fato della sua gente, e la sua stessa vita, dipendono da questo. Ma quando la trova, lei non è affatto come l'aveva immaginata, e potrebbe custodire persino più segreti di quanti non ne abbia lui.
Astrid, dal canto suo, non ha mai preso bene gli ordini. Non ha importanza chi li impartisce...
Si è scontrata con suo padre per tutta la sua vita, e adesso il suo amante, il misterioso uomo che passa a trovarla nella sua camera da letto col favore del buio e poi scompare per vegliare sulla sua montagna di giorno, nelle sembianze di orso, sta scoprendo questo aspetto nel modo più duro.
E quando lui viene preso dai suoi nemici, nessuno è pronto per la risposta di Astrid.
Non è mai saggio scatenare la furia della signora dei venti..."


"Mistress of the Wind" trae la sua ispirazione da una fiaba popolare scandinava chiamata "A oriente del sole, a occidente della luna".
Vale a dire il medesimo frammento di folklore  che ha fornito, come ho scoperto di recente, una notevole fonte di ispirazione anche a Philip Pullman e al suo "La Bussola d'oro": la suggestiva immagine di una ragazza che cavalca sul dorso di un maestoso orso bianco proviene, infatti, proprio da questa storia tradizionale, che potete leggere nella sua interezza, se volete, cliccando QUI (a me è piaciuta, è molto carina secondo me!)
Da noi la fiaba non è forse poi così tanto conosciuta (io, per lo meno, non ne avevo mai sentito parlare fino a qualche giorno fa! XD), eppure lo stesso Tolkien, a quanto pare, ha citato e omaggiato "A oriente del sole, a occidente della luna" in "Il Ritorno del Re" (vi rimando anche a questo interessante post, a proposito, se siete in vena di approfondire l'argomento...)

Michelle Diener, dal canto suo, è un'apprezzata scrittrice britannica, specializzata in romanzi storici/romantici. La sua serie più famosa ("Susanna Horenbout & John Parker"), ad esempio, è ambientata presso la corte di re Enrico VIII.
"Mistress of the Wind" è invece il suo primo fantasy, e ha debuttato lo scorso dicembre nei Paesi di lingua anglofona.
L'autrice, che vive attualmente in Australia, dopo essere nata a Londra e cresciuta in Sud Africa (che vita movimentata, ragazzi! XD) ha scelto di indirizzare il suo retelling ad un pubblico di lettori prevalentemente adulti, cercando di conferire alla sua narrazione un taglio maturo ("New Adult", credo sia il termine di riferimento, per essere precisi...).
Ancora non ci è dato sapere se si tratterà dell'inizio di una nuova serie (come ipotizzano alcuni), oppure di una storia auto-conclusiva; probabilmente bisognerà aspettare di scoprire il responso del pubblico per saperne di più in proposito.

Per quanto mi riguarda, la trama di "Mistress of the Wind" mi ispira abbastanza da giustificare un eventuale (e ormai quasi inevitabile! XD) acquisto in lingua originale, anche se non nego che preferirei forse aspettare, nel caso particolare in questione, un'eventuale traduzione in italiano...
E voi, amici, cosa mi consigliate?
Potrebbe essere una lettura interessante, secondo voi? ^^



12 commenti:

  1. Più che il retelling mi interessa la fiaba originale *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche a me è piaciuta tanto, è proprio carina! ^^

      Elimina
  2. Avevo sentito parlare della storia tradizionale, ma non ho avuto mai occasione di leggerla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi, nel post c'è un link che porta ad una pagina dove è possibile leggere la fiaba nella sua interezza, Tania! ;D Io l'ho trovata davvero graziosa, mi è proprio piaciuta! ^^

      Elimina
  3. La trovo una trama molto interessante.. bellissima la copertina *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente, la copertina colpisce l'occhio per davvero! *_______*

      Elimina
  4. ignorante come sono, non sapevo nemmeno che "la bussola d'oro" fosse ispirato ad una fiaba ;)
    vado subito a leggerla: ci sarà 1 motivo per il quale è piaciuta così tanto a Tolkien ;)

    Non saprei nemmeno io..... forse è meglio aspettare qualche parere se non sei sicura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo sapevo nemmeno io, AppyLE: l'ho scoperto solo qualche giorno fa, cercando la fiaba originale e imbattendomi in un paio di articoli che ne parlavano! ^^ E' mooooolto carina come fiaba, secondo me! ;D
      Sì sì, penso che probabilmente farò proprio così: mi metterò alla ricerca di qualche recensione, e poi cercherò di decidermi! :P Arigato!!! ^^

      Elimina
  5. L'amante che compare solo di notte e scompare con la luce mi ricorda molto anche Amore e Psiche :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che hai ragione, Cami? Non ci avevo fatto caso! ^^ Fra l'altro, anche altre parti delle due fiabe presentano qualche piccola somiglianza, secondo me... Sarebbe interessante indagare gli eventuali collegamenti! ;D

      Elimina
  6. Wow! Non conosceva questa fiaba, vado a documentarmi *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuta davvero tanto!! *___*

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...