domenica 6 gennaio 2013

Retelling #7: Tiger Lily


Buona domenica, amici! ^^

Quest'oggi ci aspetta una rapida e (speriamo!) avvincente incursione nella leggendaria Isola che non c'è! :D
Mi piacerebbe spendere qualche parola, infatti, a proposito di un retelling ancora inedito nel nostro Paese, che mi è parso piuttosto carino e singolare; il titolo del libro è "Tiger Lily", e l'autrice l'americana Jodi Lynn Anderson! :)


"La quindicenne Giglio Tigrato non crede nelle storie d'amore o negli 'happy endings'.
Poi incontra l'affascinante, giovane Peter Pan nei boschi proibiti dell'Isola che non c'é, e immediatamente cade sotto il suo incantesimo.
Peter è diverso da chiunque lei abbia mai conosciuto. Impetuoso e coraggioso, la spaventa e la incanta nello stesso tempo. Come capo dei Lost Boys, gli abitanti più spaventosi dell'isola, Peter è un compagno impensabile per Giglio Tigrato. Presto, si ritrova a rischiare tutto - la sua famiglia, il suo futuro - per stare con lui. Quando viene messa di fronte alla prospettiva di un matrimonio con un uomo terribile appartenente alla sua stessa tribù, si trova costretta a scegliere fra la vita che ha sempre conosciuto e la possibilità di fuggire via incontro a un incerto futuro con Peter.
Per via di quei nemici che minacciano di separarli, i due innamorati sembrano condannati. Ma è l'arrivo di Wendy Darling, una ragazza inglese che è tutto ciò che Giglio Tigrato non è, che conduce Giglio Tigrato a scoprire che i nemici più pericolosi possono vivere persino dentro il cuore più leale e amorevole."


"Tiger Lily" è uscito negli USA nel corso dell'estate 2012, e si è aggiudicato subito parecchie ottime recensioni su svariati blog stranieri! :)
La trama è incentrata, come si è visto, sulla figura della principessa indiana Giglio Tigrato, creata dal celebre romanziere J. M. Barrie, il "papà" di Peter Pan!
Nel romanzo originale la ragazza, sorpresa dai pirati nell'atto di salire a bordo della loro nave, la "Jolly Roger", con un coltello stretto fra i denti, veniva quasi  uccisa dal perfido Capitan Uncino; ma Peter riusciva a trarla tempestivamente in salvo, così che potesse tornare sana e salva dalla sua tribù.
Nel retelling della Anderson, invece, in grandissimo risalto viene posta soprattutto la storia d'amore, tormentata e destinata a concludersi probabilmente nel modo che noi tutti conosciamo (dal momento che, da bambini, tutti abbiamo se non altro visto almeno una volta uno o l'altro dei numerosi rifacimenti cinematografici o televisivi del libro di Barrie! XD), fra la splendida principessa indiana, qui presentata nelle inedite vesti di eroina, e il ragazzo che scelse di non crescere mai.

Oh, un'altra piccola curiosità, che ha immediatamente attratto la mia attenzione: benché la protagonista sia Giglio Tigrato, l'autrice ha deciso di scegliere come "voce narrante" del suo "Tiger Lily" quella di una piccola fatina pixie molto, molto speciale... avete capito tutti di chi sto parlando, non è vero? :D





6 commenti:

  1. Anche io ne ho sentito parlare molto bene, potrebbe essere un'ottima lettura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, speriamo assolutamente di sì! ^^

      Elimina
  2. Questo non mi ispira: voler inserire triangoli amorosi anche in una storia che in originale ha come protagnisti bambini delle elementari mi sa tanto di tirato per i capelli :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io me lo tengo per buono per un futuro prossimo: prima o dopo, capiterà magari che mi verrà voglia di tornare a leggere qualcosa di un po' più romantico (a volte succede persino a me :D) e allora... questo potrebbe essere un buon candidato! :D

      Elimina
  3. Questo credo che lo leggerò di sicuro *---*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sembra affatto male, sono davvero d'accordo! :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...