lunedì 3 giugno 2013

Recensione: "Quella casa nel bosco" (film)





"Un gruppo di cinque giovani compagni di college parte per una gita in campagna in una casa isolata, per trascorrere un weekend di puro relax e divertimento. Appena arrivati, subiscono l'attacco di spaventosi esseri sovrannaturali. I ragazzi tentano un tutti i modi di salvarsi mentre un gruppo di tecnici rinchiuso in una sala operativa controlla ogni loro mossa attraverso telecamere nascoste."


Titolo originale: The Cabin in The Woods
Regia: Drew Goddard
Interpreti: Kristen Connolly; Chris Hemsworth; Anna Hutchison; Fran Kranz; Jesse Williams; Richard Jenkins
Anno: 2011


Dunque, dunque... la prima cosa che mi viene da specificare a proposito di "Quella casa nel bosco", è che non dovete lasciarvi assolutamente abbagliare dalle apparenze: questo NON è il solito film di zombie ammazza-adolescenti un po' cretini e ridanciani, grazie a Dio... No, è qualcosa di molto, molto più intricato, divertente e profondo, decisamente il miglior horror che abbia visto quest'anno (anche se nelle sale è molto tecnicamente uscito l'anno scorso, ndr! XD), e anzi probabilmente addirittura degli ultimi due o tre anni!

Il film si apre, per cominciare, in maniera enigmatica e intrigante: offrendoci personaggi e scenari inaspettati, mettendoci sul chi va là, facendoci intuire, attraverso un rapidissimo e brillante scambio di battute fra tre misteriosi quanto bizzarri personaggi in camice bianco (di cui uno interpretato dalla sempre affidabile e talentuosa Amy Acker) che abbiamo appena rimesso piede, dopo tanto tempo, nel personalissimo dominio di Joss Whedon (co-autore delle sceneggiatura, insieme al regista Drew Goddard)... vale a dire  in un posto assolutamente unico e singolare, una terra-di-mezzo perpetuamente sospesa in bilico fra genialità e follia!
E proprio nell'assoluta originalità della trama, nell'imprevedibilità dell'intreccio e della sceneggiatura, risiede secondo me il principale punto di forza del film; oltre naturalmente all'intelligenza dei dialoghi, brillanti e spassosi e in perfetto "Buffy-style", e a un impeccabile dosaggio degli ingredienti che contribuiscono ad elevare "Quella casa nel bosco" al rango di gustosissimo cocktail a base di horror, azione, irriverente humor nero ed effetti speciali invidiabili!
Anche i personaggi, ad ogni modo, mi sono senz'altro piaciuti molto, a differenza di quanto potrei dire a proposito dei decerebrati bellimbusti che affollano solitamente le scene di tanti film di genere: Dana e i suoi amici, infatti, sono giovani, scanzonati e probabilmente anche un po' irresponsabili, certo... ma sono anche svegli e intelligenti, e, cosa ancora più importante, sembrano avere ancora il cuore al posto giusto.
Rappresentano davvero, a modo loro, il ritratto dell'adolescenziale incoscienza e innocenza... e proprio per questo costituiscono anche, agli occhi dei responsabili della loro sorte sventurata, il sacrificio supremo e perfetto.
Fra tutti, il mio personaggio preferito è senz'altro l'eccentrico e un po' paranoico Marty, interpretato dall'indimenticabile Fran Kranz (alias Topher Brink di "Dollhouse"), un personaggio davvero divertente e che riserva dal canto suo ben più di una sorpresa...
A impreziosire ulteriormente il film, concorrono inoltre il cameo di una vecchia gloria del cinema, una guest-star assolutamente d'eccezione (che già una volta aveva incrociato il cammino del giovane Whedon sceneggiatore... ma non vi dirò in quale occasione, per non rovinarvi la soepresa! ;D) e un finale strepitoso, che mi ha lasciato letteralmente senza fiato per la sorpresa...

E voi, invece, amici... avete già visto "Quella casa nel bosco"?
Cosa ne pensate? ^^

Giudizio personale: 8.7/10


14 commenti:

  1. Mmm il mio ragazzo mi ha fatto vedere il trailer.. è quello con il tizio che si taglia la lingua con il coltello vero???
    Non mi ispira per niente....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello è Evil Dead :) Questo è violento solo nell'ultima parte

      Elimina
    2. Yes, ha ragione Mik! ;) Forse hai fatto confusione perché i titoli italiani si assomigliano un sacco: questo è "La casa nel bosco", quello semplicemente "La casa"... Insomma, mi sa che i produttori di film horror purtroppo hanno ben poca fantasia nella scelta dei titoli hi hi hi! :D

      Elimina
  2. L'ho amato profondamente e nonostante mi aspettassi grandi cose visti i nomi coinvolti, ha superato le aspettative *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem!! *__* Questo è uno di quei rari casi in cui, quasi quasi, non mi dispiacerebbe troppo un sequel... anche se dovrebbe trattarsi di un film completamente diverso, considerando il finale! XD

      Elimina
  3. Risposte
    1. Anch'io, nella maniera più assoluta!! ^^

      Elimina
  4. Non l'ho ancora visto ma dal trailer sembra molto promettente! Adoro gli horror quindi ripasserò a dirti cosa ne penso appena lo vedrò!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, Sara! ;D Fidati, questo film ne vale assolutamente la pena!! ^^

      Elimina
  5. L'ho adorato *_* Devo rivederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho visto giusto una manciata di giorni fa, ma sto prendendo già in seria considerazione l'idea di comprare il dvd o addirittura il blu-ray: per il momento ce l'ho registrato sul decoder di sky, ma quello spesso e volentieri mi fa un sacco di scherzetti, cancellandomi i programmi a capriccio suo, sigh! XD

      Elimina
  6. Questo si che è un horror che nn mi posso perdere! Ha tutto quello che mi piace in un film sul generis... E pensare che dal provino non mi aveva per niente ispirato, avevo pensato "la solita boiata"! Menomale che ci sei tu che nn te ne perdi uno ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente, Lo: a te che sei una grande fan di "Buffy", proprio come me, "Quella casa nel bosco" difficilmente potrebbe non piacere! ;D

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...