sabato 8 giugno 2013

Recensione: "Stoker" (film)


Titolo originale: Stoker
Regia: Chan-wook Park
Interpreti: Mia Wasikowska, Nicole Kidman, Matthew Goode, Dermot Mulroney
Anno: 2013

"Dopo la morte del padre, una giovane ragazza rimane sola con la madre instabile di mente. A casa sua si trasferisce allora un misterioso ed eccentrico zio, mai incontrato prima. Mentre la giovane si sente intrigata dal personaggio, inizia anche a chiedersi se le concomitanti sparizioni avvenute nella loro cittadina abbiano qualcosa a che fare con lui."


"Stoker" è il primo film girato in lingua inglese dal celebre regista coreano  Park Chan-wook.
Se vi è mai capitato di guardare uno o più film della  sua cosiddetta "Trilogia della vendetta"  ("Simpathy for Mr Vengeance", "Oldboy", "Lady vendetta"), probabilmente saprete già cosa aspettarvi da questa nuova pellicola: atmosfere oniriche e "malsane", scandite da estemporanee escalation di scene violente a dir poco brutali; un registro asciutto dai dialoghi oltremodo stringati, ma quasi sempre incisivi; un'estrema cura dal punto di vista fotografico e un montaggio molto, molto "particolare", che concorrono a mettere in evidenza, come una spietata luce al neon, tutti i lati oscuri e selvaggi della natura umana.
Premetto subito che ho ritrovato tutte queste caratteristiche (queste, e anche altre ancora..) in questo nuovo "Stoker".
La giovane India è una ragazza bizzarra, sconvolta dalla recente morte dell'adorato padre. Rimasta da sola con la madre, una donna profondamente fragile, con la quale non è mai stata in grado di stringere un autentico legame, riceve la visita di un misterioso zio del quale non aveva mai sospettato l'esistenza. Il suo arrivo sarà la miccia in grado di innescare una serie di eventi brutali e di cambiamenti, che si rifletteranno tanto all'esterno, quanto andranno ad incidere sul complesso e tormentato mondo interiore della protagonista.
Devo dire che l'interpretazione di Mia Wasikowska mi ha sorpreso. Non l'avevo apprezzata tantissimo nei panni della Alice di Burton, ma in "Stoker" bisogna ammettere che è semplicemente perfetta: un perfetto miscuglio di oscurità sensuale, a malapena tenuta a freno, e di inspiegabile ferocia congenita, viso d'angelo e meravigliosi occhi verdi, colmi di un'espressività assolutamente convincente.
Anche gli altri membri del cast fanno senz'altro la loro parte e figura, fortificati da una sceneggiatura secondo me davvero buona e originale, per quanto certamente disturbante e morbosa, al limite della follia più totale! XD
Mi è capitato di leggere qualche infervorata critica qua e là, rivolta all'interpretazione di Nicole Kidman in questo film; ovviamente, da brava e fedele fan della Kidman (una delle migliori attrici della sua generazione, e su questo non ci piove! XD)  non ci ho creduto neanche per un secondo... e, per fortuna, anche stavolta avevo ragione! :P
Nicole, per quanto mi riguarda, interpreta Evelyn, la madre di India, con la consueta grazia ed eleganza di sempre; e a chi la accusa di glacialità e indifferenza, posso solo consigliare di riguardarsi la sequenza finale, un quasi monologo, in cui si interroga sulle ragioni che portano una persona a decidere di avere dei figli.
Ovviamente "Stoker", oltre a non essere un film perfetto, non è nemmeno una visione adatta a tutti i palati, secondo me.
La prima metà scorre davvero lenta, e la sensibilità minimalista di Park Chan-wook potrebbe portare più di un impaziente spettatore a ritrovarsi con la testa ciondolante sul petto e la bocca spalancata in un sonoro russare, se volete il mio parere! XD
Io stessa ho seguito i primi venti minuti con il sopracciglio inarcato e un'espressione di aperto scetticismo stampata in faccia, del resto... ma il finale, e la spietata metodicità di una sceneggiatura davvero accurata, alla fine mi hanno ampiamente ricompensata per lo sforzo di andare oltre quelle poco movimentate scene iniziali!

Giudizio personale: 7.2/10

:)

20 commenti:

  1. L'ho visto qualche giorno fa anch'io! Sinceramente, l'ho trovato stranissimo, ma l'ho adorato *-* Certe scene sono opere d'arte, praticamente. E la Wasikowska è qualcosa di sovraumano: bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS. Ma come si fa a dire qualcosa di male sulla Kidman. E' una regina! La ammazzerei per tutto il botulino che si è sparata in faccia, eh, ma è sempre bellissima e bravissima: trasmette gelo per tutto il film, e il monologo finale è stupendo. Bravo anche Matthew Goode, secondo me, che ho sempre visto in particine senza infamia e senza lode ;)

      Elimina
    2. Non potrei essere più d'accordo, per quanto riguarda tutta la questione "botulino", purtroppo!! :( Meno male che, sotto tutto quello strato di "stucco e affini" XD, la Kidman rimane sempre la Kidman, sì sì! *___* Proprio bravissimo anche Matthew Goode, hai ragione: penso di averlo visto in precedenza solo comparire in "Match Point" e in "Immagine me and you", e mi ero quasi scordata la sua faccia XD... ma ora, grazie a questo indimenticabile personaggio, non capiterà più! ;D

      Elimina
    3. Imagine me and you è proprio carino! Mica me lo ricordavo :D
      Lui faceva il tizio cornuto per via della moglie che si era scoperta attratta.. be', dalla Lena Headey di GOT? XD

      Elimina
  2. Mi hai incuriosita! Voglio vederlo al più presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ellie! Se avrai occasione di vederlo, poi fammi sapere cosa te ne pare, mi raccomando! ^^

      Elimina
  3. È un film che mi incuriosisce parecchio :)
    La Kidman sta tornando agli antichi splendori, ma nel periodo in cui si sparava botulino come se non ci fosse un domani aveva perso ogni capacità espressiva D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'avevo persa di vista dai tempi di "Australia", pensa... ritrovarla così, con quel viso tanto "deturpato", mi ha quasi fatto venire una stretta al cuore!!! :( Ma come le sarà mai saltato in mente, sigh sigh!! XD

      Elimina
  4. Adesso me lo vado a guardare in steaming, lo aspettavo da una vita! La Kidman è un'attrice bravissima, l'unica cosa per la quale la rimprovero è il botulino che l'ha rovinata e l'ha pure ammesso...quante attrici ammettono di aver sbagliato? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero l'ha addirittura ammesso apertamente? Bé bé, sì, è stata coraggiosa... Se non altro si è resa conto dell'evidente esagerazione, speriamo che idee balzane del genere non le frullino in capo mai più!! :P :D:D

      Elimina
  5. Adoro Nicole Kidman, è un'attrice ottima e poi Australia è tra i miei film preferiti XD
    Che bella la nuova grafica del blog! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me "Australia" è piaciuto un bel po'!! *__* Grazie, sono felice che la nuova grafica ti piaccia!! :D:D

      Elimina
  6. Mi attira! Lo vedrò sicuramente! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, è una visione che consiglio davvero! Proprio bello, anche se singolare, secondo me! ^^

      Elimina
  7. Non avevo mai sentito né il film né il regista (sai com'è, qui nell' età della pietra XD )... Non sono completamente sicura che sia il mio genere, ma mi hai come sempre incuriosita e se avessi bisogno di un pretesto in più per vederlo, la presenza della Kidman è sicuramente il più valido ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come genere è assolutamente particolare, Lo: una specie di "pazzo" incrocio fra drammatico, thriller e horror puro, pur se privo di qualsivoglia riferimento sovrannaturale... Il regista l'ha girato in un modo che considero molto "all'orientale" XD, come è giusto che sia, e di tutti i suoi film questo è probabilmente quello meno "shoccante" e violento... Io l'ho trovato bello, per davvero: mi ritrovo ancora a pensarci a vari giorni dalla visione, e non mi capita spessissimo, di questi tempi, con tutti i film che mando giù ogni settimana! ;D

      Elimina
  8. Oggi andrò a vederlo al cinema, ho altissime aspettative...ma non credo possa deludermi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero tanto che possa piacere anche a te!!! ^^

      Elimina
  9. "Old boy", il secondo capitolo della Trilogia della Vendetta, credo sia il mio film preferito, quindi per questo regista ho una profonda stima.
    Questo film però è stata una delle più grandi delusioni dell'anno. Film vuoto e pretenzioso, e gli attori mi sono sembrati tutti imbalsamati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece "Stoker" è piaciuto molto, lo confesso :P... anche perché, mi sono ritrovata, a sorpresa, a meditare su alcune battute e su alcuni spunti di riflessione buttati giù dai personaggi per parecchi giorni a venire dopo la visione! ^^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...