martedì 18 agosto 2015

Recensione: The Gallows (film)



Titolo: The Gallows
Regia: Chris Lofing e Travis Cluff
Cast:  Cassidy Gifford, Ryan Shoos, Pfeifer Brown, Reese Mishler
Anno: 2015

"Venti anni dopo un terribile ed inquietante incidente mortale, avvenuto durante una recita scolastica, un gruppo di adolescenti decide di rimettere in scena lo stesso spettacolo. I ragazzi vogliono onorare la memoria del defunto, ma in alcuni casi il passato deve restare tale e non tutte le cose possono essere cambiate..."



Nell'improbabile caso in cui il binomio "mockumentary+ sciocchi bulletti a stelle e strisce con una telecamera in mano" non vi avesse ancora stufato, ecco arrivare l'horror adolescenziale "The Gallows", dei registi Travis Cluff e Chris Lofing.

Chi non ha mai provato a domandarsi, durante gli anni del liceo, che razza di aspetto avrebbero potuto assumere i chiassosi corridoi della propria scuola, nel cuore della notte più fosca e segreta?
La risposta è semplicissima: la scuola, dopo mezzanotte, è tale e quale a come si presenta di giorno, vale a dire un triste, spietato e claustrofobico mausoleo degli orrori.
L'unica differenza è che, nel film in questione, un vendicativo spirito vestito da carnefice d'altri tempi se ne va in giro stringendo un cappio letale fra le mani, pronto a impiccare chiunque gli capiti a tiro.


Non credo che dovreste aspettarvi grandi prodezze dal cast di questo film, o dal comparto degli effetti speciali.
Le apparizioni sovrannaturali sono un po' deludenti, diradate e distribuite col contagocce, oltre che di debolissimo impatto; eppure non è neppure questo il difetto principale del baraccone, secondo me.
No, il grande problema di "The Gallows" è che, come moltissimi altri film in stile falso-documentario di questi ultimi anni, segue una sceneggiatura abbastanza prevedibile e stereotipata da sembrare a sua volta il copione di un'ingenua e barbosa recita delle superiori imbastita in qualche sonnacchiosa cittadina di
provincia.


Gli attori, dal canto loro, non fanno altro che andarsene in giro starnazzando di qua e di là come un branco d'oche rabbiose in un cortile (ecco qui, finalmente ho trovato qualcuno che nutre un'idea dell'adolescente medio inter-mondiale addirittura meno garbata e lusinghiera della mia...), sia nel momento del terrore più cieco che durante i "primi capitoli" del film, i canonici venti minuti dedicati alla presentazione dei personaggi.
Vale a dire molto prima che i protagonisti abbiano la malaugurata idea di fare irruzione nella scuola infestata armati di piede di porco, trapano e altri strumenti vandalici assortiti.

Nel complesso non li senti pronunciare una battuta in maniera convincente, o portare avanti una conversazione sensata, neanche a pagarli a peso d'oro.

Come si giustifica, dunque, il mio glorioso cinque e mezzo di fine recensione?
È presto spiegato: il merito è tutto del finale, ragazzi. Il finale!
Per poco brillante o originale che possa essere, devo confessare di non averlo visto arrivare neanche alla lontana.
Anziché recitare il mea culpa, perché magari ero semplicemente insonnolita io, o distratta, ho deciso quindi di concedere il punto agli sceneggiatori, e buona notte al secchio! :P


Giudizio personale: 5.5/10



14 commenti:

  1. mmm...mi aspettavo di peggio, da come lo descrivi è accettabile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo lo sia.
      Soprattutto se, come me, parti dalla premessa che indubbiamente il film sarà una catastrofe! XD

      Elimina
  2. Onestamente non mi attira granché!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo consiglierei solo ai fanatici dell'horror più incalliti, Giusy... Quelli che proprio non riescono a fare a meno di guardare un film di questo genere, così, quasi per una questione di principio! Io sono fatta un po' in questo modo! :P
      Ma ci sono decisamente tantissime altre cose (film, serie tv, anime...) più interessanti di questa da guardare! ;D

      Elimina
  3. Ormai quando mai gli horror che escono al cinema sono decenti? Meglio di niente, questo, dài.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! :(
      E quando anche arrivano in Italia, quei pochi horror decenti finiscono per uscire con un ritardo di due o tre anni...
      Ma non lamentiamoci, hai ragione: in fondo, questo "The Gallows" non è neppure poi tanto disastroso come temevo ;D

      Elimina
    2. Visto l'altro ieri e già rimosso, guarda.
      Manco brutto, però quanto è inutile?

      Elimina
    3. Troppo inutile...
      Come il 99% dei mockumentary di questo mondo, secondo me! :(

      Elimina
  4. Dalla trama mi sembra proprio il classico filmetto horror da quattro soldi di sempre, in effetti xD
    Però ora con questa storia del finale inaspettato mi hai incuriosita :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti piacerebbe: ne sono matematicamente sicura! :P

      Elimina
  5. Grida "stronzata" a lettere cubitali, però
    Lo voglio vedere...e poi sta cosa del finale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono rimasta abbastanza sorpresa, dal finale.
      Devo almeno concedere questo ai registi/sceneggiatori, se non altro! :D

      Elimina
  6. Se già il trailer non mi attira/inquieta solitamente evito di vedere pure il film...ma mi hai molto incuriosito con la storia del final, forse forse gli darò una possibilità!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un film disastroso: onestamente sconsiglierei di andarlo a vedere al cinema (non ne vale la pena), però non è inguardabile, secondo me, nel modo più assoluto! ;D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...