martedì 4 settembre 2012

Recensione: Percy Jackson e la maledizione del Titano



Titolo originaleThe Titan's Curse
Autore: Rick Riordan
Serie: Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo, Vol. 3
Disponibile: anche in italiano, pubblicato dalla Mondadori!
La trama: "Una nuova pericolosa impresa attende Percy Jackson: insieme alle compagne Talia e Annabeth deve introdursi in una scuola per portare al Campo Mezzosangue Nico e Bianca, due potentissimi semidei, eludendo la sorveglianza del vicepreside. Ma sotto le spoglie dell'aguzzino si nasconde un mostruoso emissario del perfido Crono, che rapisce Annabeth. Creature sepolte da millenni sono tornate alla luce, pronte a servire il sogno di vendetta dei Titani contro gli antichi nemici, gli dei dell'Olimpo. Per impedire la catastrofe, Percy e i suoi amici dovranno intraprendere un viaggio ai confini del cielo e sfidare una ferale profezia: uno si perderà, un altro patirà la maledizione del Titano e l'ultimo perirà per mano di un genitore. Chi, tra i cinque eroi partiti per la missione, riuscirà a sopravvivere per giungere al cospetto di Crono e sconfiggere Atlante, costretto a reggere il peso della volta celeste? 
Ambientazione: Stati Uniti, oggi. Il mondo è più o meno quello che conosciamo. Solo che gli dei dell'Olimpo e le creature mostruose dell'antica mitologia greca non hanno mai veramente smesso di camminare in mezzo a noi: hanno solo imparato a nasconderlo meglio!"
Personaggi principali: 
Percy "Perseus" Jackson: è il figlio mezzosangue di Poseidone, dio del mare, e di una donna mortale. Ha ereditato dal padre alcuni talenti speciali, che naturalmente hanno tutti a che fare con l'ambito "acquatico": ad esempio può immergersi fino a profondità inaudite e restare laggiù per tutto il tempo che vuole, oppure controllare le acque. Durante "La maledizione del Titano", comincia a prendere atto per la prima volta della sua evidente cotta per la sua amica di sempre, Annabeth.
Talia: figlia di Zeus e di una donna mortale. Ha riacquistato le sembianze umane da poco: per molto tempo, a causa di alcuni mostri e di un sacrificio che Talia ha deciso di compiere per salvare la vita ad alcuni suoi amici, fra cui Annabeth, la ragazza è rimasta trasformata in un pino.
Zoe Nightshade: è il capo delle Cacciatrici di Artemide. Apparentemente, Zoe sembra una ragazzina come tutte le altre.. in realtà, ha un paio di millenni d'età sulle spalle e molta più esperienza di quanto si potrebbe supporre a prima vista.
Grover: è un satiro-adolescente, il migliore amico di Percy e vecchio compagno di avventure.
Bianca Di Angelo: mezzosangue appena reclutata dalle cacciatrici di Artemide. Non si conosce ancora il nome del suo genitore divino, ma verrà notata per il suo grande potenziale da Zoe, e quindi invitata ad unirsi alla missione intrapresa da Percy, Zoe, Talia e Grover per cercare di salvare la dea Artemide, la civiltà occidentale ed Annabeth!
Le mie opinioni:
Qualche giorno fa, curiosando fra le pagine del sito web di Kat Falls (autrice di "La colonia sommersa", ndr XD) mi sono imbattuta nella sua "ricetta infallibile per preparare un romanzo fantasy per ragazzi veramente gustoso"! XD
In pratica, vi si sosteneva la sua Teoria delle 3F (l'ho ribattezzata così), che consiste nel tentativo di costruire una storia che si mantenga sempre, su ogni livello, "fast, fun, and fresh"!
Questa descrizione penso calzi a pennello per tutti i libri della serie "Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo"; e questo terzo capitolo delle avventure del giovane semidio più celebre del ventunesimo secolo di certo non fa eccezione! :)
Ho sempre apprezzato Riordan per la sua capacità di mantenere un tono leggero e di non prendersi mai troppo sul serio.
"Percy Jackson e la maledizione del Titano" è un tipico prodotto della cultura "pop", ma che proprio più pop di così non si può: rappresenta un'opportunità di puro divertimento, di Intrattenimento con la "I" maiuscola, del tutto privo da qualsiasi possibile ed eventuale "complicazione"; si legge in fretta, non si apre a riflessioni di natura filosofica particolarmente complesse XD, strizza costantemente l'occhio ai suoi giovani lettori, infarcendo ciascun capitolo di numerosi riferimenti cinematografici e musicali di largo consumo.
Lo stile è scorrevole, veloce; le descrizioni rasentano praticamente il livello zero... e tuttavia, secondo me questi libri sono anche, a modo loro, dei piccoli concentrati di intelligenza, che testimoniano la grande intelligenza e la profonda ironia del loro autore!
In questo "La maledizione del Titano", noi lettori facciamo la conoscenza di un nuovo personaggio, da cui sono stata personalmente sempre piuttosto incuriosita: parlo naturalmente di Talia, la figlia di Zeus risvegliata alla vita proprio nelle ultime pagine de "Il mare dei mostri"!
Ammetto, in quanto a questo punto, di essere rimasta però un pochino delusa: non dal personaggio in sé, quanto piuttosto dalla scarsità di attenzione che Riordan sembra disposto a concedere a qualsiasi personaggio non sia Percy! XD
Ora, io trovo Percy simpaticissimo, non fraintendetemi... ma è un poco frustrante doversi sempre ridurre a veder combattere e trionfare lui contro qualsiasi tipo e specie di mostro, un poco frustrante che sia sempre lui a trovare la soluzione a qualsiasi enigma, rompicapo, situazione, mentre tutti gli altri semidei presenti si limitano praticamente a sciamargli intorno sprecando i loro poteri e ad aspettare che a Percy venga un'idea geniale per toglierli fuori dai guai! XD
Oh, quasi dimenticavo... ne "La maledizione del Titano", compaiono fra le altre cose moltissime divinità: tornano in scena ad esempio Ares e Afrodite (protagonista di un siparietto davvero divertente!), mentre fra le "new entry" possiamo citare l'indomita Artemide, il frivolo (ma spassosissimo! XD) Apollo e l'enigmatica Atena!
Ciascuna di queste figure rappresenta una semplice macchietta, su questo non c'è dubbio; ma se amate le riletture in chiave ironica e divertente degli antichi miti greci, e da ragazzini facevate di tutto per non perdervi nemmeno una puntata di "Pollon" alla tivù :D, fidatevi: "Percy Jackson e la maledizione del Titano" è il libro che fa per voi! :)

Giudizio personale: 7.2/10

Le letture che accosterei a "Percy Jackson e la sfida del Titano":


John Stephens - L'atlante di smeraldo


Tony DiTerlizzi - Alla ricerca di Wondla


Holly Black e Tony DiTerlizzi - Le Cronache di Spiderwick



.

2 commenti:

  1. Io ho comprato per sbaglio il numero 4, quando non ho letto nemmeno l'uno -.-" Spiderwick, mi attira, ma non so. Ah, e l'atlante di smeraldo ti è piaciuto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "L'atlante di smeraldo" non molto, perché la trama mi intrigava da matti (e poi aveva tutta quella pubblicità dietro, sembrava davvero che dovesse uscire chissà quale libro! XD), invece poi l'ho trovato un libro un po' così così, senza niente di troppo originale! Una semplice combinazione di elementi tratti da tantissimi altri libri fantasy famosi, insomma! XD "Spiderwick" invece l'ho davvero adorato!! *_* E' un libro molto semplice, ma anche profondo e davvero intelligente a modo suo... te lo consiglio senz'altro! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...