martedì 30 gennaio 2018

In arrivo: "Il Ragazzo sul Ponte", di M. R. Carey

La prima gradita sorpresa della settimana, per quanto mi riguarda, arriva direttamente dal sito ufficiale della Newton Compton: a quanto pare, infatti, il prossimo 15 marzo la nota casa editrice porterà nelle librerie di tutta Italia “Il Ragazzo sul Ponte” di M. R. Carey, vale a dire l’attesissimo prequel del suggestivo romanzo horror/sci-fi “La Ragazza che Sapeva Troppo”!




“Sono passati dieci anni da quando un’epidemia ha trasformato la maggior parte degli abitanti del pianeta in mostri privi di raziocinio e assetati di sangue. Ciò che resta dell’umanità è allo stremo, asserragliata in fortezze invalicabili. Stephen Greaver, un ragazzino di quindici anni estremamente brillante, lavora nel reparto scientifico per cercare un antidoto e garantire al genere umano una speranza. Ma Stephen non è un ragazzino qualunque: fatica a relazionarsi con le altre persone, rifuggendo ossessivamente il contatto umano. Nonostante questo, la scienziata Samrina Khan decide di includerlo nel programma che porterà una spedizione a bordo del laboratorio mobile Rosalind Franklin, in un viaggio pericolosissimo verso l’ignoto. Scopo della missione è cercare di analizzare il virus più da vicino e sintetizzare una cura per gli umani infetti. Ed è così che la storia ha inizio...”


Disponibile per la prenotazione QUI


Ho letto quasi tutti i lavori precedenti di Carey (a eccezione dei suoi numerosissimi albi a fumetti, ci tengo molto a specificarlo…) e, finora, non ho mai avuto motivo di ritenermi delusa dai suoi libri.

L’uscita de “Il Ragazzo sul Ponte” mi giunge quindi come una novella particolarmente lieta, soprattutto perché avevo avuto l’impressione che il precedente thriller sovrannaturale pubblicato dall’autore britannico (mi riferisco naturalmente all’ottimo e solidissimo dramma carcerario “Fellside - La Prigioniera”) avesse ricevuto qui da noi un’accoglienza un po’ troppo tiepidina.

Ad ogni modo, pare proprio che “Il Ragazzo sul Ponte” sarà ambientato svariati anni prima degli sconvolgenti episodi narrati all’interno de “La Ragazza che Sapeva Troppo”. Sembra quindi facile prevedere che, salvo sorprese dell’ultima ora, non avremo occasione di incrociare nessuno dei personaggi che già conosciamo. Lo ritengo comunque un male del tutto necessario: per quanto mi riguarda, il precedente arco narrativo si era chiuso infatti in maniera più che soddisfacente… Staremo a vedere verso quali lidi ci trascinerà, in questa occasione, l’immaginazione fluida e imprevedibile del nostro buon Carey.





3 commenti:

  1. Ottima notizia! Avevo amato "La ragazza che sapeva troppo", e quindi non vedo l'ora di leggerne il prequel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale esattamente lo stesso anche per me! ^_____^

      Elimina
  2. Di "La ragazza che sapeva troppo" ho visto solo il film e mi è particolarmente piaciuto. Non posso ignorare questo titolo quindi! Magari sarà l'occasione giusta per recuperare anche il precedente libro ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...